Quando riprendere lavoro e sport dopo un trapianto capelli

sport e lavoro dopo un trapianto capelli fue

Uno dei principali quesiti di chi vuole sottoporsi ad un autotrapianto capelli FUE, rimane quello inerente alla ripresa delle normali attività quotidiane. In questo senso, dopo un trapianto capelli, lavoro, sport e vita relazionale potranno riprendere senza problemi, seguendo queste piccole indicazioni.

I controlli post autotrapianto e la qualità della procedura

Oltre alla giornata dedicata al trapianto capelli, il percorso prevede che il paziente debba rimanere reperibile per i successivi controlli post autotrapianto, a 24 e a 48 ore di distanza dallo stesso.

Rispettare la routine dei controlli dopo un trapianto capelli, permette di assicurare:

  • il costante monitoraggio della salute del paziente a 360 gradi;
  • l’efficacia di una procedura consolidata nel corso di oltre 30 anni di esperienza nel settore tricologico;
  • la massima qualità e naturalezza dei risultati.

La rapida guarigione della zona donatrice e dell’area di re-impianto delle unità follicolari, unita alla non invasività della tecnica e agli sporadici fastidi che si possono avvertire solo nella prima settimana dopo l’intervento, permettono infine al paziente di riprendere tutte le normali attività quotidiane nel giro di pochi giorni: dalla vita sociale al lavoro, dal tempo libero allo sport (con qualche precauzione in più nel caso di attività che richiedono sforzi fisici importanti).

Riprendere il lavoro e le normali attività quotidiane

 

tornare a lavoro dopo un trapianto di capelli

 

L’autotrapianto di capelli FUE permette di non incorrere negli spiacevoli disagi conseguenti ad un intervento chirurgico. Il prelievo di unità follicolari dall’area donatrice e il successivo impianto nelle zone interessate da calvizie avviene in anestesia locale, attraverso un bisturi minimamente invasivo (il punch).

Per tutte queste ragioni, il decorso del trapianto di capelli non comporta cambiamenti o alterazioni nella ripresa delle normali attività quotidiane.

Per garantire la caduta delle crosticine e il normale attecchimento delle graft innestate, dopo un trapianto capelli è essenziale una corretta fase igienica, corredata dalle giuste attenzioni in ambito lavorativo.

E’ possibile riprendere il lavoro, in linea generale, trascorsi pochi giorni dall’intervento. Tale periodo rimane soggetto a variazioni in base alle considerazioni del chirurgo e alla tipologia di lavoro svolto. In caso di  lavori d’ufficio, ad esempio, si può tornare a lavoro nei tempi suddetti (per i lavori manuali che sottopongono il soggetto a numerosi sforzi e movimenti, invece, il consiglio è di aspettare qualche giorno in più).

Quando posso ricominciare a fare sport?

 

sport dopo autotrapianto capelli

 

Nella prima settimana è importante non stressare in alcun modo l’area di innesto dei follicoli. Ci si dovrà quindi astenere dal fare esercizio fisico, oltre che evitare di esporsi al sole e ad ambienti polverosi.

La ripresa dello sport dopo un trapianto capelli è legata essenzialmente alla caduta delle crosticine (10-12 giorni) formatesi in corrispondenza degli innesti follicolari.

In caso di sport estremi, di particolare sforzo fisico (come la palestra) o che prevedano contatti fisici, come il calcio, il basket o il rugby, è bene attendere almeno 20 giorni per evitare traumi contusivi che potrebbero alterare la fisiologica ricrescita dei capelli.

L’ autotrapianto di capelli con tecnica F.U.E.

Come funziona il trapianto di capelli con tecnica F.U.E. ? Le unità follicolari vengono prelevate una ad una, senza che sia necessario effettuare incisioni, per poi alloggiarle nella zona diradata seguendo il naturale orientamento dei capelli circostanti.

Quando riprendere lavoro e sport dopo un trapianto capelli
4.4 (87.5%) 8 votes