Autotrapianto capelli

Clicca qui per vedere la galleria con i risultati del autotrapianto capelli con tecnica F.U.E

Caratteristiche dell’autotrapianto capelli con tecnica FUE

  • Non vengono praticati punti di sutura né nella zona donatrice ne in quella ricevente, per questo motivo non rimane alcun segno visibile
  • Il risultato è naturale e graduale
  • La zona donatrice guarisce in 6-12 giorni

Numero verde
800 283838

Prenota la tua visita gratuita

 

Il percorso presso Istituto helvetico Sanders inizia con una scrupolosa valutazione effettuata dai nostri biologi seguita da una visita specialistica nella struttura sanitaria più adeguata alle tue esigenze presso la quale Medici esperti in Chirurgia estetica ti esporranno tutte le fasi dell’intervento di trapianto di capelli.

I servizi Istituto Helvetico Sanders da 30 anni hanno un solo scopo, il raggiungimento del tuo obiettivo. 

Possibilità di finanziamento con forme di rateizzazione agevolate, accessibili a tutti

 

Clicca qui per vedere le video-testimonianze dei nostri clienti e i risultati raggiunti con il trapianto capelli

Descrizione video dell’autotrapianto capelli con tecnica fue:

L’intervento viene effettuato in anestesia locale. Ha una durata di circa 4-5 ore. Non prevede l’asportazione chirurgica di strisce di tessuto lineare (nessuna cicatrice).

L’autotrapianto capelli FUE viene eseguito tramite uno strumento denominato Punch o micromotore monobulbare che consente di prelevare le singole unità follicolari attraverso quello che si può definire “carotaggio” del cuoio capelluto. Il reimpianto delle unità follicolari viene eseguito invece tramite l’implanter, un’apparecchiatura che consente di alloggiare le unità follicolari nella zona da rinfolitire senza effettuare incisioni ma solo attraverso la puntura di un micro ago.

 

staff istituto helvetico sanders

clinica autotrapianto capelli

L’intervento di autotrapianto capelli FUE si divide in due fasi:

Come vengono prelavati i capelli?  La Fase di espianto

 

Mentre i capelli nella zona di impianto possono anche rimanere lunghi, a livello della zona donatrice viene rasata una piccola area per rendere più agevole il prelievo dei capelli. La cute viene poi anestetizzata e le unità follicolari vengono prelevate senza effettuare incisioni, in questo modo la zona donatrice non subisce alcun cambiamento estetico apprezzabile alla vista o al tatto.

 

La fase di impianto: la manualità del chirurgo fa la differenza

Per prima cosa si procede ad anestetizzare l’area ricevente, le unità follicolari prelevate nella fase di espianto vengono introdotte nel cuoio capelluto ponendo attenzione all’orientamento dei capelli adiacenti per non creare l’antiestetico effetto bambola.  I capelli così impiantati cresceranno in modo naturale senza effetti artificiosi e potranno essere lavati, pettinati, e tagliati come prima.

 

Il post operatorio del trapianto capelli

Già dopo sette giorni dall’intervento è possibile lavare i capelli. Le uniche accortezze da seguire sono relative ai primi giorni successivi all’intervento durante i quali è opportuno non sollecitare in alcun modo la zona di impianto evitando di toccarla, grattarla o portare cappelli o bandane.

La ricrescita sarà graduale ed i risultati permanenti

Entro tre mesi la maggior parte dei capelli impiantati cade a causa dello stress che il follicolo subisce tra fase di impianto e fase di espianto; questo fenomeno non deve assolutamente preoccupare, dopo questa fase di caduta i follicoli inizieranno a produrre capelli nuovi, non tutti contemporaneamente ma in base alla fase del ciclo vitale in cui si trovavano al momento dell’espianto, proprio per questo motivo si noterà una ricrescita graduale e naturale.

Un primo risultato apprezzabile alla vista si avrà dopo 6 mesi mentre il risultato definitivo si potrà vedere dopo 12 mesi dall’autotrapianto. Ecco perché il protocollo Istituto Helvetico Sanders prevede due visite di controllo con il chirurgo, dopo sei mesi e dopo un anno dall’intervento. Sono previsti inoltre controlli periodici direttamente nella sede più vicina al paziente, con esperti in constante contatto con il chirurgo che ha effettuato l’intervento.

La tecnica fue è minimanente invasiva per questo motivo la ripresa delle normali attività e il rientro alla vita sociale o la ripresa del lavoro può avvenire entro pochi giorni dall’intervento.

 

Quando si può ricorrere ad un trapianto di capelli?

Il trapianto di capelli è atto a risolvere diverse problematiche, è utile ricorrere al trapianto di capelli nei seguenti casi:

  • Se si soffre di alopecia androgenetica maschile o femminile, l’autotrapianto F.U.E. è infatti adatto sia all’uomo che alla donna;
  • Se si desidera aumentare la densità dei capelli in una area in cui questi appaiono diradati,questa tecnica è adatta a coprire sia le piccole zone che aree estese del capo;
  • se si desidera ricoprire le aree cicatriziali dovute a traumi o malattie cutanee.

 Il trapianto capelli funziona davvero?

Si. Il trapianto funziona realmente.  Occorre tenere presente che il grado di copertura ottenibile con un trapianto di capelli fue e il risultato finale sono conseguenti a vari fattori: la densità della zona donatrice, l’estensione dell’area da rinfoltire, il livello di diradamento e il numero di unità follicolari trapiantate durante l’intervento.

Altre caratteristiche che contribuiscono alla qualità del risultato sono: le caratteristiche dei capelli, ovvero il loro spessore e il grado di pigmentazione. Un capello scuro e spesso copre meglio di uno chiaro e sottile, ecco perché a parità di graft trapiantate è possibile raggiungere risultati diversi da soggetto a soggetto.

. Guarda le testimonianze dei nostri clienti che si sono sottoposti ad un trapianto capelli .

Che risultati puoi aspettarti da un trapianto di capelli FUE?

trapianto capelli Permanenti:

I capelli impiantati sono prelevati da zone non soggette all’azione del diidrotestosterone (l’ormone responsabile della calvizie), pertanto dopo il trapianto non cadranno più.

Naturali:

I capelli impiantati sono veri. Sono i tuoi. Non rimangono segni visibili o cicatrici. Il ripo di tecnica, unita all’abilità dei chirughi consente di seguire il naturale orientamento dei capelli evitando cosi “l’effetto bambola.”

Graduali:

Il rinfoltimento sarà costante e progressivo e seguirà il naturale ciclo di crescita dei capelli. Chi ti circonda si accorgerà nel tempo di un notevole miglioramento globale della tua immagine.

Numero verde
800 283838

Prenota la tua visita gratuita

Quali sono gli obiettivi ottenibili con il trapianto di capelli

In questo video il chirurgo chiarisce quali sono i vantaggi dell’autotrapianto di capelli effettuato con la tecnica fue, ci illustra poi le tempistiche e gli esiti di questa innovativa tecnica che non lascia segni visibili né nella zona donatrice né in quella ricevente.

Sono tantissime le persone che si sono rivolte a noi per una consulenza specialistica riguardo al trapianto di capelli. I nostri clienti hanno ottenuto risultati naturali e capelli propri che crescono nelle zone dove prima erano assenti.

 

Puoi visionare qui i risultati ottenibili con  il trapianto capelli con tecnica FUE di Istituto Helvetico Sanders

Riavere i capelli migliora la vita?

 il problema di perdita di capelli può avere conseguenze sulla propria autostima e ripercussioni sul rapporto con gli altri.

Uno studio recente ha raccolto i dati di alcune persone che si sono sottoposte ad un autotrapianto di capelli con tecnica FUE per scoprire in che modo questo intervento abbia inciso positivamente sulla loro vita.

 I dati estrapolati sono interessanti: l’autotrapianto capelli può migliorare la qualità della vita, influendo sulla felicità, il livello di energia, la sensazione di ringiovanimento estetico, il miglioramento del livello di ansia, la sicurezza di sé, le prospettive future, la vitalità e la carriera. Questi dati dimostrano inequivocabilmente che stare bene con il proprio corpo vuol dire anche migliorare la propria qualità della vita.

 

autotrapianto-miglioramento

 

Il trapianto di capelli non comporta dei rischi se ci si affida a personale e strutture qualificate.

Sottoporsi ad un trapianto di capelli non comporta alcun rischio per la salute se ci si rivolge a strutture autorevoli, con tanti anni di esperienza nel settore tricologico.

Il trapianto di capelli effettuato in alcuni paesi esteri, dove gli standard qualitativi non sono paragonabili a quelli Italiani può invece rappresentare un rischio. Sono tanti i chirurghi che promettono di trapiantare un numero enorme di graft e assicurano risultati straordinari ad un costo irrisorio, in realtà il numero di graft che si possono prelevare dipende molto dalla condizione dell’ area donatrice se si espiantano troppe graft si rischia di danneggiare seriamente la zona donatrice e rendere impossibile un successivo intervento di correzione.

La filosofia di Istituto Helvetico Sanders ha due punti cardine: la sicurezza del paziente durante l’intervento e il raggiungimento del massimo risultato estetico possibile con il trapianto di capelli.

La prima viene garantita avvalendosi esclusivamente di strutture cliniche con i massimi standard qualitativi, completamente a norma rispetto alle stringenti normative che esistono in Italia in ambito sanitario (molto più rigide di quelle presenti in altri paesi come per esempio l’Est Europa o Medio Oriente). Location pronte ad accogliervi garantendo tranquillità e riservatezza, i migliori comfort per rendere piacevole il soggiorno durante l’intervento, staff competente e preparato.

Le caratteristiche del servizio proposto da Istituto Helvetico Sanders unite alla miniinvasività dell’intervento F.U.E. rendono l’esperienza del trapianto di capelli piacevole e discreta.

Il secondo obiettivo, l’ottenimento del miglior risultato possibile, si raggiuge seguendo il paziente sia nei mesi precedenti l’intervento (in modo da rendere idonee le condizioni del cuoio capelluto) che nei successivi, verificando la corretta ricrescita di tutti i follicoli impiantati. Proprio per questo motivo all’Istituto Helvetico Sanders sono previsti da protocollo dei controlli nella sede della città dove risiede il paziente con degli esperti in costante contatto con il chirurgo che ha eseguito l’intervento e due visite di controllo, dopo sei mesi e dopo un anno dall’intervento, direttamente con il chirurgo. Infine, viste le specificità della tecnica F.U.E. è sempre opportuno che i chirurghi abbiano una grande esperienza (data dai numerosi interventi effettuati) e siano in  costante aggiornamento che si ottiene partecipando periodicamente ai principali convegni e meeting del settore tricologico, allo scopo di rimanere sempre al passo con i tempi e con le nuove tecniche chirurgiche che la scienza tricologica mette a disposizione.

 

Come prenotare una visita per valutare un trapianto di capelli?

 Il nostro numero verde 800 283838  è a vostra disposizione per prenotare una visita specialistica gratuita e valutare insieme ai nostri specialisti quali risultati è possibile ottenere con l’autotrapianto di capelli. In alternativa potete compilare in form che trovate a questa pagina

Numero verde
800 283838

Prenota la tua visita gratuita

Lo sapevi che…

Il concetto moderno di trapianto dei capelli nasce in Giappone nel 1930. Tuttavia, solo nel 1952 viene realizzato a New York il primo vero trapianto di capelli per affrontare un caso di alopecia androgenetica. Bisognerà aspettare il 1984 per ottenere il primo trapianto monofollicolare, grazie ai chirurghi plastici brasiliani Carlos Uebel e Munin Curi. Istituto Helvetico Sanders, presente in Italia dal 1984, si avvale di personale altamente qualificato e costantemente aggiornato sulla tecnica monofollicolare F.U.E., per garantirti precisione, accuratezza e professionalità in ogni fase del percorso.


Autotrapianto capelli
4.3 (85.08%) 654 votes