Trapianto fue: le fasi dell’intervento

Le fasi dell’intervento

L’intervento di autotrapianto capelli FUE si divide in due fasi:

Fase di espianto

Viene creata una finestra a livello della zona donatrice in cui i capelli sono rasati mentre i capelli nella zona di impianto possono rimanere della lunghezza originale. Dopo aver anestetizzato la cute le unità follicolari vengono prelevate una ad una senza che sia necessario effettuare incisioni.


Questa modalità di espianto permette inoltre che la zona donatrice non subisca cambiamenti estetici non apprazzabili al tatto e alla vista.

Fase di impianto

La zona di impianto viene dapprima anestetizzata le unità follicolari vengono alloggiate nella cute seguendo il naturale orientamento dei capelli circostanti. Così i capelli impiantati cresceranno in modo naturale senza effetti artificiosi e potranno essere lavati, pettinati, e tagliati come prima.

Post intervento

Nei tre giorni successivi all’intervento è necessario porre attenzione a non sollecitare in nessun modo la zona di impianto, si può ritornare a lavare i capelli dopo una settimana dall’intervento.

La maggior parte dei capelli impiantati cade entro tre mesi in seguito allo stress che il follicolo subisce tra espianto ed impianto. I tempi variano da follicolo a follicolo in base alla fase del ciclo vitale in cui si trova il capello al momento del prelievo.

Un risultato estetico apprezzabile si avrà dopo 6 mesi, proprio per questo motivo sono previste da protocollo due visite di controllo post intervento (dopo 6 mesi e dopo un anno) con il chirurgo.

Approfondimenti