Centro tricologico di Bari

Visita Specialistica Gratuita

Prenota subito

Nome e cognome
Telefono
Email
Nella citta' di...
Sei interessato ad effettuare il test del DNA?
sino
Iscrizione alla newsletter
sino
Si "Ho letto e accettato i Termini del Servizio"



centro-Tricologico_Bari

Istituto Helvetico Sanders, centro tricologico di Bari da sempre all’avanguardia nel settore tricologico, dispone di una selezionata equipe di Specialisti e Biologi qualificati di affermata esperienza che analizzerà il tuo caso specifico indicandoti il trattamento più idoneo per le tue personali problematiche. Avvalendosi degli ultimi ritrovati della ricerca elvetica, è in grado di agire con successo contro la degenerazione follicolare, ripristinando il naturale equilibrio fisiologico dei capelli;
E se pensi che sia troppo tardi…autotrapianto capelli con tecnica F.U.E.: Istituto Helvetico Sanders, probabilmente il miglior network in Europa per l’applicazione di questo tipo di tecnica, ti accompagna in questo percorso che inizia con un accurata valutazione dei nostri Biologi e si completa con una visita specialistica gratuita nella struttura sanitaria più adatta a te, dove medici esperti nell’autotrapianto capelli ti illustreranno tutte le fasi dell’intervento.
Via Marchese di Montrone, 11 – 70122 Bari
Numero verde: 800.28.38.38


Come arrivare al Centro Tricologico di Bari

In autobus dalla stazione di Bari centrale

  1. dalla stazione dirigersi in Piazza Aldo Moro e prendere la linea bus AMTAB n. 13, 53 o 71;
  2. scendere in Via Piccinni;
  3. proseguire per 100 mt circa e svoltare a destra in via Marchese di Montrone, l’Istitituto Helvetico Sanders® si trova al numero 11, al piano rialzato.

A piedi dalla stazione di Bari centrale

  1. dalla stazione dirigersi in Piazza Aldo Moro;
  2. continuare sempre dritto fino in via Sparano e proseguire fino in via Niccolò Piccinni;
  3. svoltare a sinistra e proseguire fino a incrociare via Marchese di Montrone, l’Istituto Helvetico Sanders® si trova al numero 11, al piano rialzato.

Notizie di Tricologia: lo studio del Tricologo Anchal Jindal

Questa ricerca del Tricologo indiano mette in relazione la maggiore probabilità di sviluppare problemi dell’apparato cardiovascolare con la presenza di calvizie precoce rispetto ai soggetti che non hanno problemi di caduta capelli. I ricercatori collegano l’aumento del rischio di malattie cardiovascolari alla concomitanza della calvizie con diversi fattori, tra cui una possibile resistenza all’insulina (precursore del diabete), un possibile stato d’infiammazione cronica dell’organismo, un aumento della sensibilità al testosterone.

Chiediamo al tricologo di Bari: domande e risposte

Che differenza c’è tra F.U.T. e F.U.E.?

Il tricologo di Bari chiarisce che la differenza fondamentale tra la tecnica F.U.E e la tecnica F.U.T. è il metodo utilizzato per estrarre le unità follicolari. Con la tecnica F.U.E. le unità follicolari vengono prelevate una ad una e successivamente reimpiantate nella zona ricevente. Non ci sono quindi cicatrici lineari. Con la tecnica F.U.T. viene prelevata una striscia di pelle e le unità follicolari sono sezionate successivamente; per questo motivo la tecnica F.U.T. è molto più invasiva della F.U.E.

Che cosa è l’alopecia areata?

È una forma di alopecia non cicatriziale, ad andamento acuto e spesso recidivante. Si riscontra con uguale frequenza sia nelle donne che negli uomini e l’età in cui insorge più frequentemente è compresa fra i 20 e i 30 anni. Il decorso di questa problematica è spesso imprevedibile. È caratterizzata dalla comparsa di chiazze prive di capelli dalla forma rotondeggiante e di numero e dimensione variabile.

Che cosa è la tricotillomania?

La tricotillomania è un disturbo maniacale che colpisce prevalentemente i bambini e i giovani, ma non di rado si protrae fino all’età adulta. Il soggetto si strappa i capelli con le dita, le conseguenze di questo disturbo sono la presenza chiazze glabre nelle zone della cute in cui più spesso il tricotillomane è portato a tirare i capelli.

Perché in alcune zone si perdono i capelli e in altre no?

Ecco la risposta del tricologo di Bari: il principale responsabile della calvizie è il diidrotestorone che agisce a livello dei follicoli piliferi, ma non tutte le zone del capo sono ugualmente soggette all’azione di questo ormone, per esempio la zona della nuca ne è minimamente influenzata e per questo motivo viene utilizzata come zona domatrice per il trapianto di capelli.