Farmaci anticalvizie – Effetti collaterali

Si è discusso a lungo degli effetti negativi provocati da farmaci anticalvizie, in particolare connessi a due sostanze : la finasteride e il minoxidil.

Quelle che prima erano solo supposizioni riguardanti i diversi effetti collaterali legati all’impiego continuativo di questi farmaci, oggi sono vere e proprie affermazioni scientifiche testimoniate da studi e ricerche universitarie.

Lo studio che conferma gli effetti collaterali della finasteride

Finasteride: la finasteride è un inibitore della 5-alfa reduttasi, enzima responsabile della conversione del testosterone in DHT (diidrotestosterone), l’ormone androgeno responsabile della miniaturizzazione del capello. Un recente studio dell’Università di Washington, condotto da un gruppo di scienziati, ha riscontrato diversi effetti collaterali di elevata entità nei soggetti coinvolti. Il gruppo di studio, guidato dal dottor Michael Irwig della GWU, ha reclutato 71 volontari uomini di età compresa tra i 21 e 46 anni,  con problemi di calvizie curata con un farmaco a base di finasteride. Tutti gli uomini interpellati avevano sperimentato gli effetti collaterali del farmaco, anche a mesi di distanza dall’interruzione del trattamento.

L’abstract dello studio, pubblicato su “Journal of Clinical Psychiatry“nel giugno del 2012, ha evidenziato che, tra il gruppo di 71 uomini coinvolti che avevano usato finasteride, si sono manifestati persistenti effetti collaterali sessuali per più di tre mesi. Dal confronto con un gruppo di controllo di 29 soggetti è emerso che la maggior parte di coloro che usavano un farmaco specifico a base di fineasteride, erano frequenti anche sintomi depressivi. Tra di essi, l’11 per cento mostrava lievi sintomi. Il 28 per cento moderati. E il 36 per cento accusava sintomi gravi. Inoltre, il 44 per cento raccontava di aver avuto istinti suicidi. Tutti i soggetti che avevano utilizzato questo farmaco non avevano mai sofferto di disfunzioni sessuali o di disturbi psichiatrici prima di iniziare il trattamento anticalvizie a base di finasteride.

effetti collaterali farmaci anticavizie

I danni dei farmaci anticalvizie possono essere irreversibili

La gravità dei disturbi può assumere un peso ancora maggiore se si considera che i danni possono essere irreversibili, come ha spiegato il dottor Irwig. Sebbene nel foglio illustrativo del farmaco in questione siano segnalati i possibili effetti collaterali, non si fa menzione della possibilità che siano duraturi o addirittura irreversibili. Questo perché vengono indicati come passeggeri o comunque reversibili.

Gli effetti collaterali del minoxidil

Minoxidil: insieme alla finasteride, l’unico farmaco approvato dalla FDA per la cura della calvizie. Tuttavia,anche il minoxidil non è esente da effetti collaterali di una certa entità. Utilizzato inizialmente nella cura dell’ipertensione, è stato poi impiegato nella cura della calvizie per gli effetti di ipertricosi provocati nelle persone che lo assumevano regolarmente. Il minoxidil interviene combattendo la miniaturizzazione progressiva dei capelli. Ma non agisce sulle cause propriamente genetiche di questo problema. Ecco perché deve essere assunto in maniera continuativa per avere dei risultati costanti. Tuttavia, le controindicazioni del minoxidil sono diverse. Tra le principali: aritmie, coronaropatie, scompensi cardiaci, ritenzione idrica, valvulopatie.

I vantaggi della cosmeceutica

La cosmeceutica è una branca della scienza cosmetica che si occupa della produzione di prodotti dai benefici similari a quelli apportati dai farmaci. La cosmeceutica è quindi un compromesso tra l’azione estetica dei prodotti cosmetici e la funzione curativa dei prodotti farmaceutici.

I prodotti cosmeceutici contro la caduta dei capelli sono sottoposti a controlli di qualità

I prodotti cosmeceutici contengono esclusivamente ingredienti funzionali allo scopo per cui sono impiegati e sostanze necessarie alla loro solubilità. Un nuovo regolamento dell’Unione Europea, effettivo dal 1 Luglio del 2013, vigila sulla composizione e l’etichettatura di questi prodotti, valutandone la sicurezza. L’obiettivo della cosmeceutica è realizzare prodotti contenenti eccipienti semplici ma al tempo stesso efficaci e di potervi incorporare uno o due agenti attivi di origine esclusivamente naturale,  con un dosaggio proporzionato.

La cosmeceutica risponde alla esigenze odierne del mercato, alla sempre crescente domanda di prodotti contenti principi attivi efficaci con una concentrazione di sostanze effettiva,  unitamente a tempi di risposta rapidi e materie prime naturali, non invasive e non portatrici di effetti collaterali fastidiosi, come accade per i farmaci.

I prodotti cosmeceutici intendono soddisfare queste esigenze, andando ad agire a livello degli strati più interni dell’epidermide, mediante applicazione sulla parte superficiale della pelle. In questo modo, i principi attivi agiscono più efficacemente, penetrando negli strati interni della pelle e non nuocendo alle stesse proprietà dell’epidermide.

L’utilizzo di questi prodotti può  avere un’azione continuativa nel tempo rispetto ai cosmetici e senza le controindicazioni che possono sopraggiungere con l’impiego di farmaci.

Prodotti per il trattamento dei capelli completamente naturali

Inoltre,nei prodotti della cosmeceutica è praticamente nullo l’impiego di sostanze coloranti, addensanti e altre componenti normalmente utilizzati nei prodotti cosmetici.I prodotti cosmeceutici impiegati nei trattamenti per la cura dei capelli e della calvizie hanno sicuramente un punto a favore rispetto all’utilizzo di una terapia farmacologica: la possibilità di essere utilizzati in maniera continuativa, senza recare alcun danno dovuto agli effetti collaterali che normalmente si presentano con terapie a base di prodotti medicali.