Calvizie

Cosa si intende per calvizie?

La calvizie o alopecia androgenetica è la più comune problematica dei capelli: nel corso della vita, circa l’80% dei maschi ed il 50% delle femmine manifesta qualche segno di calvizie.

Per alopecia si intende l’assenza o la carenza di peli o capelli nelle aree di cute in cui essi sono normalmente presenti: il termine alopecia comprende sia l’ipotrichia, che indica la carenza di peli o capelli, sia la “calvizie”, che indica invece la mancanza irreversibile di capelli.

Il trattamento della calvizie e l’importanza dell’ereditarietà

Come si può capire dal termine stesso, l’alopecia androgenetica ha due cause necessarie e concomitanti:
andro = ormoni androgeni – ormoni maschili
genetica = predisposizione ereditaria

L’alopecia androgenetica non compare se non ci sono gli ormoni maschili e quindi mai prima della pubertà. I livelli ormonali necessari a provocare la perdita dei capelli sono quelli del maschio adulto sano. Anche la donna produce ormoni androgeni, ma in concentrazioni inferiori al maschio. Per questo, l’alopecia androgenetica non è esclusiva del sesso maschile, ma si osserva anche nelle donne.

L’alopecia è una problematica poligenica, cioè causata da molti geni diversi.
Quanti più geni predisponenti sono presenti, tanto più la calvizie è grave. Nella donna che fisiologicamente ha livelli di ormoni maschili più bassi dell’uomo, sono necessari più geni predisponenti rispetto all’uomo, affinché la caduta permanente dei capelli si manifesti. Una donna con alopecia androgenetica, quindi, ha necessariamente molti geni predisponenti e trasmetterà più facilmente il problema ai propri figli.

 grafico progressione calvizie

Diversi possono essere gli scopi di un trattamento dell’alopecia androgenetica

  • notevole rallentamento del fenomeno
  •  normalizzazione della caduta
  •  irrobustimento e ricrescita di nuovi capelli (è esclusa la ricrescita in caso di atrofizzazione del follicolo)

È necessario non solo trattare la calvizie, ma anche attuare quelle norme igieniche utili a prevenirne il peggioramento.

Come arrestare il processo di diradamento e di calvizie?

Il processo è generalmente più precoce e grave se in famiglia molti membri ne sono già affetti. Non tutti i capelli rispondono modo uguale all’azione degli ormoni androgeni e per questo l’alopecia androgenetica colpisce solo alcune aree del cuoio capelluto che prendono il nome di aree androgeno-dipendenti, corrispondenti alle regioni fronto-temporali e al vertice. In queste zone, i capelli vanno in contro ad un progressivo assottigliamento causato dagli ormoni androgeni.

La problematica della calvizie non deriva essenzialmente dal numero di capelli che cadono ma dal fatto che molti di essi vengono progressivamente sostituiti da strutture capillari più corte e più sottili, capelli miniaturizzati che sono il primo segnale della scomparsa del capello stesso che in seguito non vengono più sostituiti lasciando spazi vuoti.

Se inizi a notare questi segnali e non sai come arrestare il processo di miniaturizzazione, è opportuno sottoporre la propria situazione ad un esperto che valuterà il grado di progressione della calvizie proponendo il percorso migliore per le tue esigenze.

Lo sapevi che….

L’assottigliamento del capello, tipico della calvizie, è la conseguenza di un processo di affaticamento del follicolo, è un processo lento e progressivo, che avviene gradualmente. Nelle zone affette da calvizie, spesso i capelli sono presenti, ma non si vedono in quanto sono diventati una peluria sottile, corta e chiara.

Se persistono dubbi o perplessità, non esitare a parlarne con il nostro esperto

Approfondimenti

Noti un assottigliamento del fusto dei tuoi capelli?
Approfondisci la tua problematica:

Calvizie maschile
Calvizie Femminile
Calvizie precoce
Alopecia androgenetica
Alopecia Seborroica
Alopecia Areata
Caduta capelli stress