Cosa hai già provato?

In questa pagina abbiamo raccolto alcune delle domande più rappresentative che, in oltre 30 anni di esperienza sul campo, ci hanno rivolto i nostri clienti. Sono le testimonianze dei dubbi che avevano prima di rivolgersi a Istituto Helvetico Sanders. Clicca sulla domanda per vedere la risposta.

N.B: In alcuni casi, per ragioni di comunicazione, abbiamo operato tagli o semplificato il testo  mantenendo inalterata l’essenza e il significato intrinseco originale di ciascuna domanda. (tutte le domande nella loro stesura originale sono disponibili e possono essere esibite su specifica richiesta).


Sommario – Scegli la sezione


Trattamenti farmacologici Torna al sommario

Da due anni (ho 38 anni) perdo molti capelli e le cure con minoxidil e linea prodotti antisebo non hanno portato nessun miglioramento. Voi potete aiutarmi in altro modo?
I trattamenti di Istituto Helvetico Sanders non prevedono l’uso di minoxidil e finasteride. Può trovare informazioni sui nostri trattamenti in questa pagina : http://www.sanders.it/trattamento-capelli/
Buongiorno. Mia figlia di 16 anni è da 2 anni che sta facendo cure per un diradamento dei capelli nella parte frontale e alta della testa. Ha fatto cure cosmetiche ed ora ormonali. Dal momento che nulla ha funzionato in modo drastico, vi chiedo a che età è possibile pensare di sottoporsi a un trapianto, se il trapianto è fattibile solo nelle zone dove c’è stato il diradamento e se facendo il trapianto potrebbe poi perdere i capelli trapiantati proprio per la stessa ragione per la quale ha perso quelli normali. Per quanto riguarda il trapianto volevo sapere se è possibile fare trapianti anche con capelli non propri e/o simil sintetici. Se possibile, qual è il costo medio approssimativo di un trapianto rinfoltente. Grazie
Buongiorno a lei, andiamo per ordine: il problema del diradamento dei capelli, anche in età precoce, é molto più frequente di quanto non si pensi. Questo può essere generato da diverse cause tra cui cattive abitudini alimentari, alterazioni ormonali, trattamenti estetici estremi ecc. Molto spesso però non è una singola causa da ricercare ma un insieme di concause che si sommano. L’Istituto Helvetico Sanders mette a disposizione i suoi esperti per una visita gratuita finalizzata alla ricerca delle effettive cause del problema e quindi della soluzione più idonea al problema individuato. A volte le cure cosmetiche commerciali, sembrano dare una risposta immediata, ma tendono solo a nascondere temporaneamente il problema che può ripresentarsi puntualmente dopo poco. L’Istituto Helvetico Sanders propone trapianti solo ed esclusivamente con capelli naturali ma soprattutto propri. Questo per garantire un risultato naturale e duraturo ma soprattutto per ridurre drasticamente il problema del rigetto. Grazie all’innovativa tecnica FUE è possibile agire solo sulle zone colpite da diradamento in quanto i capelli vengono prelevati ad uno ad uno dalla zona donatrice, e poi trapiantati sulla zona da rinfoltire. Con questo metodo vengono selezionati i singoli bulbi che sono meno soggetti all’azione del dht ormone responsabile dell’alopecia androgenetica quindi i capelli trapiantati non cadranno nuovamente.
Ciao ho quasi 19 anni, 2 anni fa sul lato sinistro della testa ho perso dei capelli e si vedeva una zona dove appunto non c’erano capelli…dopo un pò di tempo sono ricresciuti(utilizzavo Lomexin spray) adesso mi è accaduta la stessa cosa sul lato destro…cosa devo fare? inoltre ogni tanto mi prude la testa, non solo in quella zona però.
Buongiorno, la perdita di capelli in età giovanile è abbastanza frequente e può dipendere da diversi fattori. Nella gran parte dei casi si tratta di alopecia androgenetica, di natura ereditaria, ma frequentemente sono anche altri fattori (ansia da prestazione, stress, traumi, tensioni emotive, diete sbagliate, fumo) ad influire sull’aumento della perdita di capelli. Nonostante sia una problematica molto diffusa, è di fondamentale importanza non sottovalutarla, approfondendo le ragioni dell’aumento della perdita dei capelli. In questi casi, infatti, la tempistica di intervento è determinante per arrestare la caduta e ridare benessere ai capelli e al cuoio capelluto.

Salve, sono una ragazza di 22 anni e da circa tre anni mi è stata diagnosticata l’alopecia androgenetica. Mi sono sottoposta al trattamento di ionoforesi ma senza ottenere nessun risultato. Vorrei dunque pensare ad un trapianto e mi sono rivolta a voi per avere informazioni in merito al tipo di trapianti che eseguite in questi casi (e se possibile anche i relativi costi) e al tipo di percorso che in genere si segue per questo tipo di trattamento. Vi ringrazio in anticipo.
Buongiorno, l’Istituto Helvetico Sanders effettua autotrapianti monofollicolare con tecnica fue. I capelli impiantati sono capelli propri che vengono espiantanti singolarmente dalla zona donatrice e reimpiantanti nella zona da rinfoltire. Questa tecnica garantisce risultati naturali e duraturi senza l’inestetico effetto bambola e senza che vi siano cicatrici visibili. In ogni caso ti consiglio di prenotare subito una visita gratuita nel centro Istituto Helvetico Sanders più vicino a te dove un nostro specialista potrà analizzare a fondo la specifica problematica e consigliarti la strada migliore per risolvere il tuo problema e quindi quantificare la spesa.

Spettabile dottore, all’età di 21 anni mi è stata diagnosticata alopecia androginica di I-II stadio, con capelli miniaturizzati visibili lungo la corona del capillizio. Sono in cura da 12 anni presso un dermatologo della mia città. Ho finora utilizzato Aloxidil soluzione, a volte addizionato a finasteride, e, in sostituzione o in aggiunta, Crimack Scalp Fluid, Biomineral 5 alfa, Tricostimolina, Anakeral, Viscaplus, Asatex, Anacaps, Deltacrin, Biodermatin, Carexidil, Rogenol, Tricoxen, Heliocare Ultra e Tricovel. Inoltre ho assunto per sei anni consecutivi una compressa al dì di Propecia e, dopo un’interruzione di tre anni, ho ripreso ad assumere lo stesso medicinale per altri due anni. Dopo un’ulteriore sospensione di un anno, il mio dermatologo ha notato un diradamento dei capelli nella zona superiore del capo, per cui mi ha di nuovo prescritto il Propecia da circa due mesi. Siccome nell’ultimo periodo sto notando un ulteriore diradamento dei capelli, vorrei chiederle se, a suo parere, siano state fatte tutte le cure del caso o se la terapia seguita non abbia fatto altro che ritardare un processo irreversibile.
Da molti anni si discute degli effetti negativi provocati da farmaci anticalvizie, contenenti sostanze quali la finesteride e il minoxidil. Quelle che prima erano solo supposizioni riguardanti i diversi effetti collaterali legati all’impiego continuativo di questi farmaci, oggi sono vere e proprie affermazioni scientifiche testimoniate da studi e ricerche universitarie. Per quanto riguarda la finasteride, un recente studio dell’Università di Washington, ha riscontrato diversi effetti collaterali di elevata entità nei soggetti coinvolti, tra cui disfunzioni sessuali, depressione e istinti suicidi. Il problema maggiore di questi farmaci contenenti finasteride, oltre ai già comprovati effetti collaterali, è legato alle tempistiche di impiego: bisogna assumerli regolarmente, perché abbiano effetto contro la calvizie. Dalla tua esperienza, si evince che l’interruzione del farmaco ha provocato un ulteriore diradamento. In questo caso, per capire come intervenire per porre rimedio a questa situazione, è opportuno sottoporsi ad una visita specialistica presso una delle nostre sedi. La visita è gratuita ed è eseguita da un nostro esperto che ti aiuterà a capire l’entità della problematica, proponendo il percorso migliore per la tua situazione, prima che peggiori ulteriormente.

Salve dottore mi scusi per Il disturbo visto che sono un ragazzo di 24 anni e mi hanno diagnosticato una alopecia androgenetica di grado lieve vorrei sapere se con l’utilizzo di finasteride e minoxidil potrebbe aiutare a bloccare la situazione perché uso da 1 anno Il minoxidil più da 6 mesi di finasteride ma non sono migliorato poi qualche Volta avverto un po’ di prurito al cuoio capelluto sarà Il minoxidil oppure Uno shampoo che uso che si chiama etrivex.
Salve, proprio il fatto che il minoxidil e finasteride non abbiano prodotto i risultati aspettati possiamo ipotizzare che vi siano alterazioni a livello follicolare. Certo è difficile arrivare ad una conclusione definitiva senza aver prima analizzato il problema da vicino. Puoi rivolgerti gratuitamente ad un nostro specialista presso la sede Istituto Helvetico Sanders nella sua città.

Buongiorno, mi chiamo Cristiano ed ho 25 anni. tempo fa ho scoperto di avere l’alopecia androgenetica, mi hanno prescritto finasteride che ho assunto per circa 5 mesi, ma non ho notato nessun miglioramento nelle zone in cui ho perso i capelli. Vorrei sapere come muovermi e quale trattamento adottare, grazie
La Finasteride deve essere assunta con regolarità per tutta la vita e il trattamento non può essere mai interrotto, poiché causerebbe la perdita dei risultati raggiunti. Negli anni diverse ricerche scientifiche hanno fatto emergere problematiche collaterali collegate all’utilizzo di trattamenti farmacologici per la cura dei capelli, tra cui disfunzioni sessuali, problemi cardiaci e disturbi d’ansia. Nel suo caso, visto il mancato miglioramento potrebbe essere necessario cercare un’alternativa prima che i suddetti effetti collaterali si manifestino. Un’analisi accurata della sua situazione attuale ci consentirebbe di progettare insieme il percorso più adatto a lei.
La visita è gratuita presso qualsiasi nostra sede. Istituto Helvetico Sanders propone trattamenti non farmacologici, quindi privi di effetti collaterali la cui efficacia è provata da centinaia di testimonianze dirette dei nostri pazienti e da test clinici condotti in oltre 30 anni di attività.

Salve, ho 33 anni e da 3 anni ho iniziato a perdere i capelli nella zona temporale, faccio per 3 mesi consecutivi il minoxidil al 5% con 1 mese di pausa per poi riiniziare, non vorrei fare il trapianto volevo chiedere se esiste una cura più funzionante del minoxidil.
Certo, nei nostri centri si eseguono trattamenti cosmetricologici e non farmacologici che non presentano quindi le controindicazioni e gli effetti collaterali che il minoxidil come altri farmaci anticalvizie provocano, tra i quali impotenza e depressione come ampiamente documentato dagli studi del dottor Michael Irwig della GWU, pubblicati sul “Journal of Clinical Psychiatry“nel giugno del 2012. In oltre 30 anni di attività abbiamo riscontrato una percentuale di soddisfazione superiore al 98%. Per indicarle la strada più adatta al suo specifico problema le consigliamo di rivolgersi con fiducia e ad un nostro specialista. L’analisi presso una delle nostre 24 sedi in tutte le principali città d’Italia è completamente gratuita. L’importante è non perdere tempo. Nella maggior parte dei casi le problematiche possono essere reversibili se affrontate tempestivamente.

Salve ho fatto 3 anni fa una visita del dermatologo e assumo tutt’ora il propecia e il minoxidil 1 volta al giorno, pero ho notato che tutti gli anni inizio a perdere molti capelli in questo periodo notando un diradamento e su ognuno di essi si vede a occhio nudo un piccolo rigonfiamento bianco sull’estremità…è normale?? E c’è la possibilità che non mi ricrescano? la ringrazio
E’ normale osservare un aumento della caduta dei capelli nella stagione autunnale. La cosa preoccupante è se questo fenomeno si protrae anche nelle altre stagioni; in questo caso, verificandosi in concomitanza con un trattamento con propecia e minoxidil, potrebbe significare che questi non stanno ottenendo l’efficacia aspettata.
Il rigonfiamento bianco all’estremità del capello è il rivestimento esterno del follicolo e nei capelli che cadono per normale fine del ciclo di vita questo non dovrebbe essere presente.
Se nota anche capelli spezzati o debolezza al tatto, potrebbero essere i segnali di una problematica chiamata Alopecia Androgenetica. Questa non diagnosticata in tempo, sottovalutata o affrontata con trattamenti poco efficaci, può portare a danni irreversibili.

Buonasera sono Morena io da quattro anni sono in cura per una perdita di capelli con lozioni, da tre mesi mi sono accorda che la perdita si sta estendendo e non ho ricrescita tanto prurito e fastidio nel toccare il cuoio capelluto ,la mia dermatologa mi dice che e’ da stress …io non sono convinta !volevo chiederle cosa devo fare esami visite ecc.ma non so più a chi rivolgermi la ringrazio buonasera.
Come consigliamo spesso, in mancanza di risultati apprezzabili, o addirittura peggioramento della situazione, la strada migliore è tentare altre strade.
La comparsa di nuovi segnali d’allarme potrebbe essere indicativa di uno stadio più avanzato della problematica.
La componente psicologica è certamente da tenere in considerazione come causa concomitante del problema. è bene però diagnosticare tempestivamente e con accuratezza gli effettivi fattori scatenanti prima che generino problematiche irreversibili.
A tal fine può rivolgersi alla sede Istituto Helvetico Sanders più vicina a lei, la visita è gratuita.

Infoltimenti non chirurgici Torna al sommario

Porto impianti da 9 anni e sto cercando chi si possa veramente prendere cura di me, perché ho solo 24 anni e ho speso molti soldi tra impianti e lavori fatti male.
L’istituto Helvetico Sanders non lavora con impianti artificiali ma esegue autotrapianti con capelli propri, per garantire risultati sicuri, graduali e naturali. Non conoscendo la tua situazione ti suggerisco di richiedere una visita specialistica gratuita per capire quale tipo di percorso è necessario intraprendere per risolvere la tua personale situazione.
Buonasera, ho un problema di diradamento capillare a livello frontale. Ho 40 anni e il diradamento è accentuato sulla zona frontale e alle tempie. Per adesso attutisco con il toppik. Vorrei una soluzione a questo problema. I capelli si assottigliano sempre più. Ho sentito parlare di protesi invisibili localizzate. Aspetto una vostra risposta. Grazie.
Istituto Helvetico Sanders offre la possibilità di affrontare il problema del diradamento con il trapianto FUE.
I risultati sono definitivi e naturali. Definitivi perché i capelli reimpiantati non si perdono più, naturali e se vuoi “invisibili” perché utilizziamo i tuoi stessi capelli, presi da una zona diversa della testa, e li inseriamo dove mancano. Non restano cicatrici, non hai l’effetto bambola, non vedi la differenza. La invito ad approfondire i risultati del trapianto di capelli in cui troverà le fotografie organizzate in base al livello di calvizie.
Può trovare quello che più si avvicina alla sua attuale situazione e verificare come i nostri clienti abbiano soddisfatto le loro aspettative.
Per quello che riguarda il costo, non è possibile quantificarlo prima di una visita di analisi (gratuita) che può prenotare presso una qualsiasi delle nostre 24 sedi in tutt’Italia. Durante la visita saranno prese in considerazione anche eventuali strade più idonee al raggiungimento dei suoi obiettivi.
Buonasera, da anni soffro di alopecia androgenetica che mi ha portato ad un diradamento diffuso su tutta la testa, poichè mi vegognavo ad uscire pensavo che la protesi potesse risolvere tutto, ma non è così, l'ho scoperto anche a mie spese, con la protesi non mi riconosco affatto, mi fa quasi ribrezzo indossare capelli finti! tanto non sono i miei, mi sento occhi puntati addosso, come quando non la porto… vorrei trovare una soluzione più a lungo termine. Cosa posso fare?
Istituto Helvetico Sanders offre la possibilità di affrontare il problema del diradamento con il trapianto FUE.
I risultati sono definitivi e naturali. Definitivi perché i capelli reimpiantati non si perdono più, naturali e se vuoi “invisibili” perché utilizziamo i tuoi stessi capelli, presi da una zona diversa della testa, e li inseriamo dove mancano. Non restano cicatrici, non hai l’effetto bambola, non vedi la differenza. La invito ad approfondire nella galleria fotografica del trapianto capelli  in cui troverà le fotografie organizzate in base al livello di calvizie.
Può trovare quello che più si avvicina alla sua attuale situazione e verificare come i nostri clienti abbiano soddisfatto le loro aspettative.
Per quello che riguarda il costo, non è possibile quantificarlo prima di una visita di analisi (gratuita) che può prenotare presso una qualsiasi delle nostre 24 sedi in tutt’Italia. Durante la visita saranno prese in considerazione anche eventuali strade più idonee al raggiungimento dei suoi obiettivi.
Soffro di perdita di capelli da molti anni, e cosi lo scorso ottobre ho deciso di mettere una protesi, ma Era una sensazione orribile avere una sorta di parrucca incollata senza poterla togliere. Cosi ho resistito poco tempo e dopo qualche mese l’ho rimossa. Subito dopo averla tolta mi sentii davvero felice anche perchè potevo sentire al tatto il mio cuoio capelluto che prima era incollato sotto quella spessa protesi. Mi sentivo libero, ma ora quando mi guardo allo specchio devo di nuovo fare i conti con la i miei capelli diradati e sottili, volevo sapere se è possibile fare un autotrapianto e quali sono i risultati ottenibili.
Istituto Helvetico Sanders offre la possibilità di affrontare il problema del diradamento con il trapianto FUE  oppure con trattamenti specialistici personalizzati; E’ possibile effettuare un trapianto con tecnica fue per rinfoltire le zone diradate, i risultati ottenibili dipendono dalla situazione di partenza, dalla qualità della zona donatrice, e dall’estensione del diradamento, effettuando una visita specialistica gratuita potrà l’aiuto di un esperto potrà individuare il percorso più adatto al suo caso specifico.
Ho perso i capelli nella zona vertice e questo mi faceva sentire molto in imbarazzo. Ho provato una protesi ma era troppo fastidiosa, non potevo né grattarmi la testa né pettinarmi per bene. Ci sono possibilità di avere una soluzione meno fastidiosa e più naturale ?
L’autotrapianto con tenica fue è la soluzione ottimale quando la zona da rinfoltire è ben definita come la zona del vertice; può visionare i risultati ottenibili cliccando qui

Trattamenti chirurgici Torna al sommario

Buongiorno…mi sono fatto un trapianto capelli all’estero due anni fa e non sono molto soddisfatto.. ho il vertex calvettino ma non esageratamente mentre davanti li ho tutti. Ho i capelli castano chiaro lisci tendenti al fine..cmq l’area diradata si vede sempre tantissimo ho intenzione di farmi un altro trapianto perché non sono per nulla soddisfatto.. a dimenticavo il trapianto me l’hanno fatto con metodo fut. grazie.
La tecnica fut è oramai superata poiché non garantisce risultati naturali e risulta particolarmente invasiva. La tecnica fue invece può essere utilizzata anche per correggere trattamenti chirurgici mal riusciti; Valutare la situazione con l’aiuto di un esperto è il primo passo per raggiungere il risultato da lei richiesto.
cinque anni fa ho fatto un trapianto di capelli ma non ho avuto i risultati che crevedo, volevo sapere se è possibile eseguire un trapianto con la fue su un trapianto precedente non ben riuscito e sulla cicatrice che ora è molto visibile

La tecnica fue può essere indicata per correggere inestetismi derivanti da precedenti interventi  chirurgici, è necessaria una attenta valutazione dei nostri chirughi per capire quali siano i risultati ottenibili in base alla sua situazione attuale per quanto riguarda la correzzione delle cicatrice queste possono essere migliorate  sebbene vi siano alcuni fattori importanti che vanno considerati:

  • l’ampiezza della cicatrice;
  • la posizione
  • la densità di unità follicolari nell’area circostante la cicatrice

in alcuni casi è necessario effettuare un test di attecchimento.

Integratori alimentari Torna al sommario

Buongiorno, io ho da anni problema di caduta di capelli soprattutto per il problema di 'stempiaggine'. su indicazione di una dermatologa sto assumendo finasteride dividendo la pillola in quattro parti, una al dì. Insieme ad integratore Oenobiol. Lei cosa ne pensa. Grazie
Come per tutti i trattamenti a parlare sono i risultati. Se dopo un certo periodo di tempo, normalmente alcuni mesi, non si apprezzano risultati consistenti, il consiglio che le posso dare è di parlare con un nostro esperto in una delle sedi Istituto Helvetico Sanders per considerare strade alternative. In oltre 30 anni di attività abbiamo registrato risultati positivi nel 98% dei casi.

Buonasera dopo un periodo di forte stress ho avuto una abbondante perdita di capelli,ho assunto per oltre 6 mesi diversi tipi di integratori, senza riscontrare alcun miglioramento sulla caduta dei capelli che ancora non si è arrestata, non so cosa fare, cosa mi potete consigliare?
Buonasera, gli integratori possono essere un aiuto se la caduta di capelli è dovuta a carenze nutrizionali che gli integratori vanno appunto a compensare o se il problema è dovuto a fattori esterni come l’uso eccessivo di prodotti aggressivi ma se invece sono presenti squilibri sul cuoio capelluto o a livello intrafollicolare gli integratori non bastano a risolvere il problema. Ecco perché è necessario valutare la situazione caso per caso e individuare la soluzione più adatta con l’aiuto di uno specialista.

Trattamenti con prodotti generici Torna al sommario

Ho il cuoio capelluto molto grasso. Ho provato vari tipi di shampoo sebo riequilibranti ma il problema sussiste. A volte ho prurito e grattandomi escono scagliette bianche, questo a periodi. Mi lavo i capelli e già dopo un giorno ho il cuoio oleoso. Il mio capello è fino e liscio e dopo aver messo il balsamo o crema (solo nelle lunghezze) dopo averli spazzolati nella spazzola rimangono un po' di capelli, però per fortuna per ora NON ho stempiatura. Questo ogni volta che lavo i capelli.
Cosa posso fare per ridurre l'eccesso di sebo? Se uso shampoo per capelli grassi sono troppo aggressivi e seccano tanto..
Il problema della seborrea può avere diverse cause, per risolverlo in maniera definitiva è necessario agire su di esse. Lo shampoo deterge la cute ma non può agire sulle cause della problematica, inoltre se contiene tensioattivi aggressivi può contribuire a peggiorare la situazione a carico del cuoio capelluto. Prenota una visita specialistica gratuita e con l’aiuto di un esperto scoprirai quale è il percorso di trattamento più adatto a risolvere la problematica.